Giornata contro la violenza sulle donne

Se ti urla in faccia.
Se non puoi uscire con la tua amica. 
Se con quella gonna sei una puttana. 
Se con quella scollatura sei una puttana. 
Se sei una puttana a prescindere. 
Se devi stare a casa mentre lui è fuori a divertirsi. 
Se devi stare a casa quando lui è in casa. 
Se ti dice come vestirti. 
Se non sei mai abbastanza. 
Se non puoi vedere i tuoi genitori. 
Se ti dice che la sua ex era meglio di te. 
Se senza di lui non sei niente. 
Se senza di lui sarai sola per sempre. 
Se senza di lui non vali niente. 
Se poi dice che non lo fa più.
Che poi invece lo fa ancora. 
Se ti insulta. 
Se ti spinge. 
Se ti minaccia. 
Se ti ricatta. 
Se piangi più di quanto ridi.

Pensate sempre che la violenza sia solo fisica. Lo schiaffo, il pugno, le mani sul collo. 
Ma parte da prima. Parte da tutto ciò che non volete, ma sopportate. E ogni volta che accettate, alzate l’asticella di ciò che pensate sia normale. Ma non è normale per niente. 
E lo chiamate amore, pensando che amore sia anche sopportazione. 
Questo non è amore. Questo possiamo definirlo in tanti modi, ma non amore. È non amore.

Chi ti ama rende la tua vita più bella. Sempre.

#25novembre 
#giornatacontrolaviolenzasulledonne
#nonenormalechesianormale

Denunciate! 
http://www.staminvestigazioni.com/it/indagini-anti-stalking

TOP